I Film di Offside Pisa. Million Dollar Baby

Pisa. Si rinnova l'appuntamento di Offside Pisa con il cinema internazionale. Questa settimana la rubrica I Film di Offside Pisa proprone un'altra produzione made in Usa diretta con maestria dal regista Clint Eastwood, Million Dollar Baby. La pellicola, premiata con quattro premi Oscar, attraverso le vicende di una giovane atleta racconta lo spaccato di una palestra americana. Nell'arco del film lo spettatore sarà trasportato nelle vicende alla base di una giovane vita interrotta. Moltissimi gli spunti di riflessione, tante le emozioni che il film regala allo spettatore dal pirmo all'ultimo secondo. Di seguito il link per lo streaming, e la scheda del film a cura di wikipedia...

Un film di Clint Eastwood. Con Clint Eastwood, Hilary Swank, Morgan Freeman, Mike Colter, Lucia Rijker, Brian F. O'Byrne, Anthony Mackie, Margo Martindale, Riki Lindhome, Michael Peña, Benito Martinez, Bruce MacVittie, David Powledge. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 132 min. - USA 2004. Uscita venerdì 18 febbraio 2005.

 

Million Dollar Baby

 

Mirabile fusione di stili di recitazione che commuove senza colpire basso. Di Andrea Chiavacci.

 

Una storia bella e commovente attorno al mondo dorato e al tempo stesso marcio della boxe; con Milion dollar baby Clint Eastwood si supera raccontando la voglia di vincere, il dolore e la sofferenza di una giovane donna che voleva solo combattere su un ring.

Frankie Dunn (Clint Eastwood) è un ex pugile solitario devoto alla religione e scrive continuamente alla figlia che non vede da anni; Frankie gestisce una palestra a Los Angeles e come amico ha solamente Scrap (Morgan Freeman) che gli dà una mano in palestra. L'unico pugile di talento della sua scuderia lo lascia per un altro manager ben più interessato agli affari che allo sport.

In palestra si allena frequentemente Maggie (Hilary Swank) che nonostante non sia più giovanissima sogna ancora di diventare una boxeur professionista. Maggie di giorno fa la cameriera, mentre Scrap gli tiene aperta la palestra fino a tardi per farla allenare. Maggie vuole che Frankie diventi il suo allenatore e manager personale ma lui è nettamente contrario. Dopo tanta insistenza, e su consiglio di Scrap, Frankie decide di seguire personalmente Maggie; la donna da anni non ha rapporti con la sua stramba famiglia che la snobba.

Frankie così torna nel giro e riesce a far combattere Maggie, ma soprattutto si affeziona a lei e la ribattezza Mo Cuishle che diventerà il suo nome di battaglia; un soprannome gaelico che significa mio tesoro. La donna dimostra subito il suo grande talento e vince i suoi primi incontri per Ko, così gli altri manager non vogliono organizzare incontri contro di lei. Frankie è quindi costretto a pagarli per far combattere Maggie fino a quando si presenta l'occasione della vita: l'incontro per il titolo mondiale contro la detentrice Billie Orso Blu. Frankie non è d'accordo ma poi non vuol negare a Maggie la grande chance di un incontro che inoltre gli vale una borsa di due milioni di dollari.

Il match si svolge a Las Vegas davanti a un pubblico enorme. Maggie sta vincendo quando al termine della terza ripresa è colpita dopo il gong dalla sua avversaria; cadendo Maggie picchia la testa contro lo sgabello e finisce in ospedale attaccata a delle macchine che la tengono in vita. Le condizioni di Maggie peggiorano giorno dopo giorno e solo Frankie e Scrap si prendono cura di lei. Alla ragazza è amputata una gamba e sa che non potrà più condurre una vita normale e chiede a Frankie di staccargli il respiratore. Frank andrebbe contro i suoi principi religiosi e resiste ma Maggie tenta lo stesso il suicidio. Alla fine Frank capisce che non può decidere della vita di Maggie, gli stacca il respiratore e gli somministra una dose elevata di Adrenalina. Frank lascia la palestra e per sempre il mondo della Boxe.

Film emozionante e commuovente che tocca vari temi: dalla corruzione e alla scorrettezza nello sport, al rapporto con la religione e la solitudine e soprattutto il tema dell'eutanassia che diventa principale nell'ultima parte del film. Grande interpretazione di Eastwood, che cura pure le musiche del film, e della Swank oltre a un grande Morgan Freeman. Il film vince il premio Oscar nel 2005.

 

Se il link non funziona piu', per favore, contatta la redazione mediante il form commenti qui sotto.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna